Si sono conclusi ieri sera gli Europei di calcio e, sabato sera, la corsa per Rio della nostra Nazionale di basket. Per Ivan Zazzaroni si è trattato di un mese di luglio ricco di emozioni e di favole, alcune a lieto fine, come quella del Portogallo e di Cristiano Ronaldo, altre con un epilogo meno felice, come quella di Gentile e compagni.

Una sola cosa però unisce questo tipo di esperienze: l’unione, la coesione e il coinvolgimento che solo lo sport sa donare.

Buona visione!