Anche per la stagione 2015-2016 BMW Milano rinnova la sua partnership con l’Olimpia Milano, la squadra di basket fondata nel 1936 che, proprio quest’anno nel mese di marzo, festeggerà i suoi 80 anni di storia.

Nel corso delle prossime settimane vi daremo informazioni e aggiornamenti sugli eventi e le iniziative che organizzeremo per valorizzare la nostra partecipazione al successo di una squadra che tiene alta la bandiera meneghina. Oggi però proviamo a ripercorrere insieme, brevemente, alcune delle tappe che, nel corso degli anni, hanno fatto grande l’Olimpia Milano.

È del 1966 la prima vittoria in Coppa dei Campioni: un traguardo che arriva dopo 7 scudetti in 10 anni e una posizione sempre più di prestigio nel mondo della pallacanestro europea.

Risale invece alla fine degli anni ’70 l’arrivo sulla panchina dell’Olimpia del mitico Dan Peterson che le generazioni più giovani conoscono come voce televisiva a commento delle partite di basket. Con lui arriveranno quattro scudetti e due coppe europee.

Dei primi anni ’80 è invece l’arrivo di Dino Meneghin. Con lui e Mike D’Antoni, l’Olimpia costruisce uno dei tandem più vincenti della storia. Nel 1987, quando a Milano arriva anche la stella NBA Bob McAdoo, l’Olimpia realizza quello che in gergo viene definito ‘Grande Slam‘ ovvero la conqusta di Coppa dei Campioni, scudetto e Coppa Italia.

Nel 2004 dopo qualche anno di incertezze, inizia la cosiddetta ‘era Armani‘: il club riprende forma e carattere. Oltre alla semplice sponsorizzazione, Giorgio Armani nel 2008 diventa proprietario dell’Olimpia e nel 2014 cominciano ad arrivare le prime vere soddisfazioni, con la riconquista dello scudetto. L’Olimpia ama dire che ‘Red Shoes are back‘: giocatori, allenatori e dirigenza sono tutti protesi verso un successo che è fatto di risultati in campo e di passione fuori.

Attualmente l’Olimpia guida la classifica di serie A così come quella dell’Eurocup.