Il Made in Italy agroalimentare costituisce una grande risorsa che finora l’Italia non è riuscita a valorizzare a dovere ma ieri è stato compiuto un importante passo in avanti per la Cucina Italiana:  è stato firmato il Protocollo d’Intesa per la Valorizzazione all’Estero della Cucina Italiana di Alta Qualità.
Insieme ad altri colleghi ho avuto l’onore di partecipare a questo evento svoltosi a Roma, alla Farnesina.
In un’ottica di continuità con Expo Milano 2015 l’iniziativa punta a coordinare un piano d’azione per valorizzare le eccellenze enogastronomiche italiane, inserendosi  nel quadro del ‘Food Act’, il piano di azione promosso dal Governo per valorizzare la cucina italiana di qualità.
Il protocollo è stato sottoscritto dal Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione internazionale, Paolo Gentiloni, dal Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali, Maurizio Martina, e dal Ministro dell’Istruzione, Università e Ricerca, Stefania Giannini.

Tra le attività previste ci sono:

* SETTIMANA DELLA CUCINA ITALIANA organizzata da Ambasciate, Consolati e Istituti italiani di Cultura nell’ultima decade di novembre

* MASTER CLASS dirette a chef stranieri per diffondere i valori della Dieta Mediterranea e promuovere la conoscenza delle eccellenze agroalimentari e vitivinicole italiane

* BORSE DI STUDIO per chef italiani under 30

* GIORNATE ITALIANE dedicate alla cucina di qualità promosse dal CONI in occasione di eventi sportivi internazionali, a partire dai Giochi Olimpici di Rio 2016.

Non ci resta che continuare a dare il meglio e garantire la qualità che contraddistingue i prodotti e la cucina Italiana, sfruttando questa importante opportunità che il Governo ha deciso di offrirci.
E ora tutti in cucina!